logo_salone-del-mobile-2012_02

Pronti, partenza… Via! Da ieri Milano ospita una delle settimane più belle e interessanti per tutto quello che riguarda il design made in Italy: il Salone del Mobile. Oltre quattrocento gli eventi e le presentazioni in programma e, soprattutto, l’attesissimo Fuori Salone che, come ogni anno, animerà la città da zona Tortona fino a Porta Romana e Lambrate.

Oggi abbiamo deciso di puntare la nostra attenzione su un aspetto diverso dal solito report dell’evento: la comunicazione e tutte le iniziative digital che hanno contrassegnato questa edizione.

Come tutti gli eventi che si rispettino, anche il Salone del Mobile hai il suo portale, la sua pagina Facebook, il suo profilo Twitter, Linkedin, Youtube e Flickr.

La strategia adottata su questi canali è discutibile, a partire dal nome scelto, “I Saloni”, che non rendono giustizia alle singole iniziative, per finire con Flickr e Youtube, utilizzati solamente come strumento pubblicitario senza alcun valore aggiunto. Di questa idea è anche una voce nota del web, Gianluca Diegoli, molto critico a questo proposito.

Il nostro punto di partenza è, invece, il portale degli eventi del Fuori Salone: più spazio alle mappe virtuali; un’intera sessione dedicata al reportage fotografico in diretta della design week; il blog costantemente aggiornato dagli “E.Reporters” selezionati per l’occasione.

E la grande novità è la versione smart del sito: un’app per l’iPhone che permette di avere a portata di smartphone l’agenda e un focus on sugli eventi più cool della settimana e la guida ai percorsi in Realtà Aumentata.

La smania di monitorare le location minuto per minuto ed essere informati a proposito di tutto quello che accade, anche negli angoli più remoti della città, ha fatto si che sono state messe a punto una serie di applicazioni che, grazie alla geolocalizzazione, facilitano l’orientamento in questo mare di cose da non perdere!

Tra tutte, spiccano sicuramente l’app gratuita Interni FuoriSalone, realizzata dalla rivista Interni  e la Salone 2012, realizzata dal magazine AT Casa che viene arricchita con brevi reportage in diretta dagli eventi.

Tortona

Per chi invece vuole cercare il programma dell’intera settimana sul web, sono state create delle vere e proprie agende sui siti dei quartieri milanesi: Tortona Design Week, Brera Design District, Porta Romana Design, Portavenezia In Design Liberty e Ventura-Lambrate tutti insieme per creare un unico brand che si comunica al mercato come distretto collaterale all’evento principale.

Un esempio su tutti di questo salone digital: Kartell.

La comunicazione dell’evento viaggia sui vari presidi social del brand – Flickr, Facebook, Twitter, YouTube, Instagram – e su una piattaforma che raccoglie sul sito ufficiale tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

kartell

Come è evidente già dalla grafica del sito, gli aggiornamenti si distinguono in due parti, contrassegnati rispettivamente dagli hashtag #KartellWIP e #KartellRock: il primo relativo al salone e al Kartell Work in Project, cioè al racconto del processo che parte dalla ideazione e arriva alla industrializzazione di un oggetto di design; Kartell goes Rock sono invece le parole d’ordine che introducono al racconto del party tenutosi durante il Fuorisalone, e che ha visto protagonisti assoluti Philippe Starck e Lenny Kravitz.

Nei giorni precedenti il 17 aprile, inoltre, i vari profili social hanno pubblicato delle call to action che hanno permesso ad alcuni utenti di partecipare in esclusiva agli eventi del primo giorno di apertura del salone.

Su Instagram, Kartell e  InstagramersMilano hanno chiesto agli igers di rappresentare il design Kartell e Milano nei loro scatti taggandoli con #KartellandMi.

Su Twitter e Facebook, rispondere ad una domanda su Lenny Kravitz ha garantito a due utenti un pass per l’evento esclusivo nello store in via Turati.

Curiosi di sapere i dati relativi alla risposta del web a questo tipo di strategia? A breve un post dedicato all’argomento.

Tag: , , , , , , , , , , ,

Categorie: Dr.O-one, Eventi



  1. Nessun commento presente. Vuoi lasciare un commento?




Sito in versione "Mobile"